Grandi opere. Le ragioni del “no”: inutilità della linea, costo essessivo e rischi amianto. Il fronte anti Terzo valico cresce coi comitati locali Insediati a Gavi ed Arquata, stasera nascera’ quello di Novi

da La Stampa

GIAMPIERO CARBONE NOVI LIGURE Diventa «capillare» l’opposizione al TERZO VALICO. In questi giorni si stanno costituendo i comitati locali contro la linea in progetto, che fanno capo al coordinamento tra Piemonte e Liguria del Comitato No Tav TERZO VALICO. «Partiamo spiegano i cittadini – dall’esperienza dell’Associazione Amici delle Ferrovie e dell’Ambiente (Afa), che da anni cerca di salvaguardare il territorio in base a una grande mole di dati e informazioni. Ad Arquata e a Gavi ci siamo gia’ incontrati in riunioni particolarmente partecipate per programmare le azioni future, tra cui assemblea pubbliche e varie iniziative. L’obiettivo e’ la sensibilizzazione della popolazione interessata dai lavori del TERZO VALICO, dati per imminenti, con tutte le conseguenze negative in termini di invivibilita’ e danni al territorio, oltre che economici, visto che verranno spesi, solo per i due primi lotti, 1,6 miliardi di euro su un totale di 6,2 miliardi». «Il tutto concludono dal Comitato No Tav TERZO VALICO – per un’opera sulla cui inutilita’ esistono documenti mai smentiti da politici e imprenditori favorevoli». I comitati punteranno in primis a informare la popolazione sul primo grande problema, l’amianto, emerso di recente. «La fibra killer nelle rocce che verranno scavate per creare il tunnel di VALICO dicono sara’ uno dei pericoli, forse il maggiore, che investira’ il territorio, accanto alle strade invase da centinaia di camion. Sul Porale i campionamenti parlano di due etti di amianto ogni chilogrammo di roccia. Le amministrazioni locali tutelino i cittadini, mentre i partiti favorevoli al TERZO VALICO rivedano la loro posizione in nome della salute dei cittadini, della tutela del territorio e dei conti pubblici». Stasera, alle 21, sara’ costituito anche il comitato di Novi. Appuntamento nella sede della Casa della Sinistra, in via Paolo da Novi, alle 21.

Print Friendly, PDF & Email