Polemica. Gli oppositori all’attacco:”Sul Terzo valico posizione ambigua del Pd e della sinistra”

da La Stampa

GIAMPIERO CARBONE NOVI LIGURE «Da quando sono in giunta non si e’ mai discusso del TERZO VALICO»: il vice sindaco e assessore ai Lavori pubblici di Novi, Enzo Garassino, ha risposto cosi’ a chi chiedeva quale sia la posizione dell’amministrazione e del Pd sul TERZO VALICO, durante l’assemblea organizzata dalla Casa della Sinistra e da Sel al For Al. Claudio Lombardi (Sel) ha esposto la posizione dei contrari all’opera, suffragata dagli studi di Wwf e Afa: «Le linee ferroviarie attuali sono sufficienti per un traffico merci tra Genova e la Pianura Padana di 3,5 milioni di container all’anno, mentre il porto ligure ne movimenta appena 1,8 annui, di cui solo l’8% finisce su rotaia. Il risparmio in termini di tempo sarebbe solo di circa 15 minuti. A che serve quindi un’opera del genere, da 6,2 miliardi, oltretutto in una situazione economica come l’attuale e con i treni passeggeri fermi per il freddo?». In diversi interventi e’ stato posto l’accento sulla pesanti ricadute che l’opera avra’ per il territorio di Novi, in particolare per il Basso Pieve. «Di fronte a questi dati – ha chiesto Franco Casagrande, del Comitato No Tav-TERZO VALICO rivolgendosi a Garassino – come fate a sostenere quest’opera?». Il vice sindaco ha ricordato che il progetto definitivo e’ stato approvato nel 2005 dal Consiglio comunale: «Abbiamo presentato numerose osservazioni sul sesto lotto che interessera’ Novi, ma non sappiamo se sono state inserite nella progettazione. Siamo sempre stati coerenti e negli ultimi anni non si e’ piu’ parlato di quest’opera». Garassino ha pero’ tergiversato rispetto all’utilita’ del TERZO VALICO: «La nostra posizione e’ nella delibera del 2005». Per il capogruppo del Pd in Consiglio, Andrea Vignoli, «il TERZO VALICO non convince. Meglio utilizzare quei soldi per la sistemazione del territorio». Duro il giudizio di Maurizio Fava, ex direttore del Consorzio tutela del Gavi e da sempre in prima linea contro il TERZO VALICO: «Se il governo ha stanziato 1,2 miliardi la colpa e’ dell’onorevole Mario Lovelli che con le sue interrogazioni ha spinto per arrivare a questo risultato. Il Pd prenda una posizione chiara, senza distinguo> >. Critiche anche agli organizzatori, a fianco del Pd a Novi e in Provincia, che si sono pero’ difesi con il segretario del Prc novese Alessandro Molinari: «Abbiamo sempre votato contro il TERZO VALICO» .

Print Friendly, PDF & Email