La Milano – Sanremo si tinge di…No Tav!

Questa mattina a Novi Ligure, durante il consueto appuntamento del sabato in centro città per distribuire volantini e spiegare ai cittadini il progetto della linea, il comitato novese contro il terzo valico ha salutato il passaggio della classicissima Milano -Sanremo con un fitto sventolare di bandiere no-tav. Persino dalle ammiraglie che sfrecciavano in centro sono giunti segni di apprezzamento, così come dai cittadini novesi, cosa a cui il comitato si sta ormai abituando. Avanza la sensazione di una consapevolezza sempre maggiore sull’opera, non certo grazie a chi l’ha voluta. L’amministrazione continua ad affermare di aver fatto il possibile per mitigare l’impatto del tracciato, ma la natura del  partito democratico è ormai chiara, specie dopo il tentato blitz pro-tav in consiglio regionale da parte di Rocchino Muliere. Il comitato novese sta lavorando  a produrre un’assemblea popolare che chiarisca lo stato dell’arte del progetto e, in base a quanto comincia a trapelare dai piani del costruttore, le caratteristiche della linea che renderebbero invivibile la città negli anni a venire: su tutti la devastazione delle falde acquifere ma anche cantieristica, viabilità, polveri, inquinamento, rumore e vibrazioni.Mentre il comitato novese era impegnato alla Milano – Sanremo quello di Arquata era presente come di conseuto al mercato cittadino. Duemila volantini fra distribuzione al mercato e porta a porta sono stati recapitati nelle mani degli arquatesi, oltre a cento manifesti che sono stati appesi di buon grado dai commercianti sulle vetrine dei negozi.Era terminata da poche ore l’assemblea di Voltaggio ed i comitati sono tornati per le strade. Oggi pomeriggio sarà in piazza quello di Tortona sempre per sensibilizzare la popolazione sulla grande opera devastante per la salute, la vita e il territorio dei cittadini. 

Print Friendly, PDF & Email