Rocchino Muliere: “Cari cittadini beccatevi l’amianto, io in cambio vi faccio fare una rotonda…”

Il Consigliere Regionale Rocchino Muliere persevera nel tantativo di comprare la protesta popolare contro il Tav – Terzo valico.

Già in data 24 Gennaio si era fatto promotore di un ordine del giorno per inserire il Terzo Valico nelle opere coperte dall’applicazione della Legge Regionale n.4 del 21/4/2011. La legge in questione che si applica ad oggi alla Galleria geognostica La Maddalena e al nuovo collegamento ferroviario Torino Lione è stata istituita per provare a comprare la resistenza dei valsusini con opere di compensazione e per favorire le ricadute positive sui territori soggetti alla costruzione di grandi opere. Supefluo scrivere che nonostante la legge la resistenza dei valsusini alla costruzione della Torino – Lione prosegue più forte che mai.

Nonostante questo Rocchino “il biricchino” ha presentato un emendamento alla legge finanziaria per l’anno 2012 in cui si chiede di inserire il Terzo Valico nell’elenco delle opere coperte dalle compensazioni.

Prosegue pertanto la strategia furbesca del Pd ben rappresentata dal partito novese e dal suo Consigliere Regionale di spicco: una rotonda in cambio delle falde acquifere, un sottopasso in cambio dell’amianto, ecc, ecc…

Il “nostro” Rocchino non ha ancora capito che il Movimento No Tav – Terzo Valico non è in vendita e continuerà strenuamente ad opporsi alla costruzione di un’opera inutile e devastante che non porterà nessun beneficio per le popolazioni.

A questo link la legge regionale n.4 del 21/04/2011

L’ emendamento segnalatoci dal Consigliere Davide Bono:

 

 

Print Friendly, PDF & Email