Giovedì 14 Giugno presidio a Genova in concomitanza con la riunione della Giunta Doria

Conunicato Stampa: Monte Gazzo al sapor d’amianto

Il Marchese e la sua corte in questi giorni stanno allietando di ambasciate il nostro territorio.
Inaugurano cantieri, fanno sopralluoghi e urlano imbarazzanti slogan “Liguria il più grande cantiere infrastrutturale d’Italia”, tutto in buona compagnia della vecchia guardia che siede in Regione.
Mentre si accingono a buttare nello smarino al sapor di amianto e nelle tasche della mafia oltre 6 miliardi riescono pure a piangere lacrime di coccodrillo “mancano 6milioni per i servizi sociali”!!!
Non un dubbio sul disastro ambientale, non un ripensamento sui rischi di amianto: i morti di Casale Monferrato, 40 nel 2012, non sono di insegnamento.
Vogliono il genovesato come un lager a cielo aperto dove morire ad alta velocità per mesotelioma.
Non è di monito neppure il distrastro ambientale che in Toscana è sotto gli occhi di tutti a causa del Tav (e per il quale gli amministratori sono finiti davanti alla Corte).
Che i nostri amministratori si preoccupino dell’Iplom e di chi sversa nel Polcevera 5000 litri di petrolio!
Non allargheremo le braccia in segno di pace a questa giunta che ha indossato l’abito nuovo solo per nascondere meglio il partito del cemento autostradale/ferroviario e del cancrovalorizzatore.
In altre parole Il partito della nostra morte.
Non resteremo certo a guardare! Siamo sempre pronti!
Appuntamento Giovedì 14 giugno alle ore 9,00 a Palazzo Tursi – Genova

Movimento No Tav – Terzo Valico

Print Friendly, PDF & Email