Iniziano i lavori per il Campo Base di Trasta, Mercoledì tutti in piazza

Sono iniziati i lavori nel Comune di Genova per costruire il campo base di Trasta nella bassa Valpolcevera.

Si tratta del C.B.L. 3 (definizione da progetto) ed è uno dei 10 campi base complessivi che Cociv dovrebbe costruire per alloggiare gli operai che saranno impiegati nei cantieri per la costruzione del Tav – Terzo Valico.

I campi base sono immaginati come veri e propri villaggi indipendenti dal tessuto socio economico locale e nel campo base di Trasta (14.372 metri quadrati di estensione) che sorge nell’area dismessa del parco ferroviario di Teglia con l’accesso da via Ugo Polonio sulla sponda destra del torrente Polcevera, è prevista la costruzione di un dormitorio a due piani per 320 operai, parcheggi, guardiania, infermeria, magazzini, ecc, ecc…

Trattasi quindi dell’inizio dei lavori del Tav – Terzo Valico, considerato che la costruzione di tale campo base è propedeutica all’inizio dei cantieri operativo e di servizio di Fegino.

Un’iniziativa che svela, se ancora ce ne fosse stato bisogno, quanta sia la volontà di procedere con celerità ai lavori, ma al tempo stesso parla di tutta la debolezza di cui il Cociv e la classe politica che sostiene il Terzo valico sono portatori.

Infatti, visto che per aprire altri campi base o cantieri o per le opere di modifica della viabilità sarebbe stato necessario eseguire gli espropri e confrontarsi con il dato di partecipazione popolare consegnatoci dal mese di mobilitazioni estive, hanno pensato bene di prendere la strada più facile e iniziare a lavorare in un’area già loro messa a disposizione dalle ferrovie.

Un’iniziativa che ha anche il sapore amaro della provocazione visto che avviene a pochi giorni dalla grande marcia popolare del 6 Ottobre da Serravalle ad Arquata Scrivia.

Ieri si è riunito il coordinamento dei comitati che ha deciso di costruire una risposta immediata e ha incominciato a ragionare di come costruire iniziative durature nel tempo per impedire o rallentare il processo di costruzione del campo base.

E’ chiaro e condiviso che non verranno lasciati indisturbati e che si troveranno ad affrontare numerosi problemi.

Domenica si svolgerà il pranzo “Aggiungi un posto a tav…” presso il circolo Arci di Trasta a pochi passi dall’area del campo base e sarà l’occasione per discutere e approfondire in convivialità le iniziative da intraprendere per contrastare il campo base.

Mercoledì 3 Ottobre l’appuntamento per tutti è dalle ore 17 presso via Ugo Polonio per un presidio a cui seguirà in serata una fiaccolata con l’intento di accerchiare il cantiere. Una prima iniziativa di lotta popolare a cui parteciperanno gli abitanti di Trasta, i genitori e i bambini di Villa Sanguineti, i comitati liguri e piemontesi.

Il 6 ottobre sarà invece la volta della marcia popolare da Serravalle ad Arquata.

Dopodichè ogni giorno e ogni ora sono quelli buoni per contrastare il campo base di Trasta…

Da queste parti lo scoraggiamento e la rassegnazione non sono di casa, la resistenza sarà lunga, determinata e al fine vittoriosa…