Valverde valle di resistenza agli espropri

Una piccola valle formata da Pontedecimo e dai Comuni di Campomorone e Ceranesi, i primi paesi in Liguria aldilà dell’Appennino se la si raggiunge dalla Val Lemme in Piemonte. Una bella valle, dove allo spettacolo della natura si sommano alcuni scempi ben visibili provocati dalle mani dell’uomo. Una valle che ormai più di un anno fa si è messa in cammino contro la devastazione del Terzo valico e in cui il livello di coinvolgimento e partecipazione popolare riesce sempre a stupire tutti.

A Dicembre una bella fiaccolata aveva percorso le strade da Pontedecimo a Campomorone per quella che probabilmente era stata la più grande manifestazione della piccola valle dopo la liberazione dal nazifascismo. Da allora un crescendo, con assembee sempre piene, l’opposizione alle trivelle e un gruppo, quello della Valverde NoTav, in continua crescita.

Oggi Cociv avrebbe voluto espropriare dei terreni a Cravasco, frazione di Campomorone, luogo dove vorrebbero scavare una delle quattro finestre utili alla realizzazone del tunnel di valico. Con la generosità solita che contraddistingue i No Tav – Terzo Valico in tanti hanno risposto alla chiamata pubblica e come sempre hanno impedito con la loro presenza che gli espropri venissero eseguiti. Le camionette della polizia e dei carabinieri non hanno spaventato nessuno e alla richiesta da parte degli agenti della Digos di far passare il Cociv è stato risposto coralmente che non gli sarebbe stato permesso.

Dopo alcuni tentativi hanno desistito e i presidi sono proseguiti nel solito clima di convivialità, allietati da un’ottima polenta col sugo di funghi e tante chiacchere in allegria.

Una nuova giornata di resistenza nelle frazioni di Cravasco e Isoverde, altra frazione di Campomorone ma Città No Tav, come scritto da mesi sotto il cartello di “Iso” e che nessuno si sogna di rimuovere.

Fateci un salto a Isoverde se vi capita, il cuore della resistenza in Valverde. Per capire se siete arrivati a destinazione guardate le finestre delle case. Se vedete le bandiere No Tav allora siete nel posto giusto. Siete in Valverde, valle di resistenza al Tav – Terzo Valico.

 

Print Friendly, PDF & Email