Parliamo un po’ di terzo valico, ma al ballo liscio non si comanda!

Ieri sera, con una punta di masochismo, lo ammettiamo, siamo tornati a far visita alla “Festa Democratica” di Genova-Pontedecimo, presso gli spazi della SOMS “La Fratellanza”.
Il motivo di questo ritorno era dato dall’appuntamento in programma alle 20:30, allo “spazio dibatti”, dal titolo “Aggiornamenti sul terzo valico”.
A parte che più che di aggiornamenti dovrebbero parlare della genesi del terzo valico dato che non hanno mai affrontato l’argomento in vallata e non solo, ma lo fanno solamente adesso che le poltrone ed il terreno sotto ai piedi cominciano a traballare, sotto la scossa di centinaia di attivisti che da un lato all’altro dell’appennino si stanno opponendo a quest’opera inutile e dannosa.

Dopo aver sentito il solito carosello di luoghi comuni e frasi fatte, forse hanno un prontuario in dotazione od una specie di manuale del perfetto pro tav come quello delle giovani marmotte, alcuni di noi sono intervenuti ed abbiamo smontato una per una le loro traballanti tesi.
La cosa singolare è che tra le poche persone del pubblico, come venerdì eravamo più noi di loro, ci sono state alcune che si sono indispettite ed hanno urlato le loro invettive contro i democrats sponsor dell’opera!
Speriamo quindi che qualche “compagno” in platea ascoltandoci, anche se convinto di esser ancora iscritto al vecchio P.C.I., non completamente usurato dalle lunghe partite a tombola e scopone nei locali della SOMS, dalle sessioni di ballo liscio e caraibici e dagli effluvi dei frisceu, possa ravvedersi.
Purtroppo la vediamo dura perché, mentre ai dibattiti dei no tav terzo valico c’è possibilità di discussione ed approfondimenti, l’incontro di ieri è stato stoppato in fretta e furia in quanto la musica incombeva ed un esercito di ballerini scalpitava!
Poco gli importano forse i danni ambientali, lo spreco di risorse pubbliche, il pericolo per la salute… Parliamo un po’ di terzo valico, ma al ballo liscio non si comanda!

Red

Print Friendly, PDF & Email