La Rossa minaccia l’ordinanza contro i camion del Cociv

Il lavoro del Movimento No Tav – Terzo Valico sul fronte alessandrino sta iniziando a dare i suoi frutti.

Dopo il polverone alzatosi con l’articolo pubblicato su questo sito e la grande assemblea di Giovedì scorso a Castelceriolo in cui l’assessore all’ambiente Lombardi si era detto favorevole alla richiesta avanzata dal movimento di fare un’ordinanza per bloccare i camion carichi di smarino nel Comune di Alessandria, arriva oggi la lettera del Sindaco Rita Rossa al Ministro dell’ambiente Orlando. Una lettera in cui si minaccia esplicitamente l’ordinanza se non verrà bloccato Cociv che il 10 Settembre vorrebbe iniziare a scavare all’ex foro pilota di Voltaggio.

Una giornata tutta da godersi quella di Martedì prossimo 10 Settembre se davvero verranno mosse le ruspe, dove si vedrà se tutti i Sindaci firmatari di moratoria saranno di parola e bloccheranno i lavori a colpi di ordinanze con l’ausilio dei Vigili Urbani e se arriverà l’ordinanza del Comune di Alessandria per bloccare i camion. Ordinanza che potrebbe bloccare tutto considerato che Cociv non avrebbe più un luogo dove depositare lo smarino. Tutto questo mentre a Torino si riunirà la conferenza dei servizi per dicutere del piano cave.

Ecco la lettera del Sindaco Rita Rossa:

Apprendo con grande preoccupazione dell’intenzione del Cociv di avviare i lavori del Terzo Valico il prossimo 10 settembre, a partire dalla galleria già esistente di Voltaggio. Questo prima che siano conclusi gli studi sulla presenza di amianto (stimato al 20% in Val Lemme e al 50% ad Arquata Scriva ) e non sia stato approvato il piano cave.

Si tratterebbe di una pura e semplice esibizione muscolare del Cociv che non terrebbe in nessun conto i possibili pericoli per la salute pubblica che e’ e rimane la nostra preoccupazione principale.

E’ inoltre inaccettabile che tutto avvenga senza trasparenza e senza coinvolgimento degli Enti Locali.

Sulla testa dei cittadini passano scelte che riguardano la salute, il territorio e il futuro senza confronto e partecipazione. Ciò e’ inaccettabile.

In qualità di Sindaco della Città di Alessandria, chiedo quindi al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio Andrea Orlando di fermare il Cociv e l’inizio dei lavori.

Se ciò non avverrà preannuncio che metterò in atto tutti gli strumenti necessari (comprese specifiche ordinanze), per impedire il transito dei mezzi contenenti lo smarino, derivante dagli scavi, su tutto il territorio comunale”.

Rita Rossa Sindaco di Alessandria

 

Print Friendly, PDF & Email