Presunti No Tav e presunti giornalisti

Ieri le locandine del Novese affisse alle edicole “strillavano” la notiziona del giorno del giornaletto spazzatura del PD del basso Piemonte.

“DENUNCIATI QUATTRO PRESUNTI NO TAV” e un pochino meno in grande “LA PROCURA INDAGA PER DIFFAMAZIONE SU RICHIESTA DEI VIGILI PER I COMMENTI AGLI ARTICOLI SUI FATTI DEL 1 MAGGIO”.

Oggi, non senza conati di vomito, ma approfittando dell’aver finito la carta igienica nelle sedi e nei presidi No Tav, si va in edicola e si compra il bollettino del partito tanto amico di Cociv e delle ditte in odore di ‘ndrangheta.

Lo sappiamo che ve lo starete chiedendo. Chi ha scritto il meraviglioso articolo? Quale giornalista di cotanta bravura e intelligenza? Quale rinomata penna non asservita agli interessi del padrone che gli da la pagnotta?

E’ lui o non è lui, è lui o non è lui, certo che è lui: Giampiero “Pulitzer” Carbone colpisce ancora e torna a parlare della vicenda del 1 Maggio alla fiera di Arquata, continuando a mentire sapendo di farlo. Continua a scrivere che Claudio, interpellato, non avrebbe voluto rilasciare dichiarazioni. Per la deontologia del “nostro” interpellare una persona significa mandargli un sms che potrebbe benissimo non essere letto, viste le vicissitudini della vita. Non una telefonata a nessuno degli attivisti del comitato di Arquata o a qualsiasi altra persona. Per il nostro Pulitzer interpellare significa scrivere un sms, considerato che probabilmente l’eroe non ha neppure il coraggio di telefonare più ai No Tav, sapendo quanto sia disprezzato.

Il giornalista venduto o comprato della Vallemme dovrebbe poi spiegarci da cosa ha dedotto che i quattro denunciati siano dei “presunti” No Tav. Dalla grammatica o dalla sintassi dei commenti sul giornaletto on line del PD che gli paga la pagnotta? Qui trovate l’articolo con i commenti (che magari verranno rimossi, considerato che IL PARTITO CENSURA a suo piacimento), se siete in grado spiegateci se una virgola al posto giusto vi aiuta a capire se il commentatore è un presunto No Tav.

Lasciando Pulitzer alla sua miseria, veniamo allo Sceriffo Repetto, uno che per tutelarsi denuncia gli autori di alcuni commenti su un giornaletto on line. Dove era il nostro sceriffo quando personaggi loschi si aggiravano per Arquata? Stava leggendo a spese degli arquatesi i commenti di un sito internet, probabilmente… Ci sarebbe da piangere, ma meglio ridere…

La procura di Alessandria, quella che si starebbe accingendo ad archiviare l’esposto presentato dai cittadini arquatesi sulla vicenda Garrone, non ha niente di meglio da fare che indagare quattro cittadini per dei commenti su un quotidiano on line? Dimenticavamo, trattasi di quattro presunti No Tav, per dirla con Pulitzer!

Chissà se domani il Sindaco Paolo Spineto e la consigliera capogruppo di maggioranza Stefania Pezzan verranno interpellati dal “loro” Pulitzer per sapere cosa ne pensano. Dopo lunghi mesi di silenzio complice sulla questione Terzo Valico, magari scopriremmo se hanno ancora la voce.

P.S: che siano o meno dei “Presunti” No Tav tanta solidarietà ai quattro indagati (se vi arrivasse qualcosa contattateci per la difesa legale).

 

Print Friendly, PDF & Email