Avviso di garanzia per Antonello

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera da Antonello Brunetti, fondatore nel lontano 1992 del Comitato Interregionale “Alt al Supertreno Mi-Ge” e da allora sempre in prima linea nell’opposizione alla costruzione del Terzo Valico. Senza i suoi studi, le sue analisi e la sua passione oggi il Movimento No Tav – Terzo Valico sarebbe sicuramente più debole nell’opposizione alla nuova linea ferroviaria. A lui va tutta la nostra solidarietà e un forte abbraccio, certi che non sarà questa intimidazione a farlo retrocedere di solo un centimetro.

PRIMA TI  IGNORANO, POI TI  DERIDONO, POI TI COMBATTONO, POI VINCI (GANDHI)

Cari amici,

vi informo di essere stato raggiunto da un avviso di garanzia, sulla questione Terzo Valico, da parte della Procura di Alessandria per il “DELITTO di aver offeso la reputazione e il decoro del consorzio COCIV mediante le seguenti affermazioni” …

(ve le risparmio). Soprattutto si riferisce alle 81 pagine della CRONISTORIA dal 1991 al 2013 e all’articolo “L’Europa fa marameo” del settembre scorso.

Ero già stato convocato a febbraio e ora (con lodevole rapidità e quindi senza il rischio di  aver nulla a che fare con la indecorosa Cirielli), si è già giunti al dunque con non so quali conseguenze.

Non è la prima volta che mi capita:

– avvenne con la ROL che avvelenava le acque del torrente Grue;

– con chi bruciava e si impossessava di terreni demaniali lungo la Scrivia e il Po;

– con la ditta Solchem (fummo denunciati in quattro) che voleva lavorare e smaltire reflui nocivi e pericolosi a monte della confluenza Scrivia-Po.

Risultati quasi sempre positivi, vedremo ora come andrà a finire a ottobre. L’avv. Bonifai di Genova, persona che conosco da tempo, mi ispira sicurezza e poi…so di essere nel giusto.

So soprattutto di essere in buona compagnia.

In questi ultimi mesi gran parte delle persone che stimo di più e che conosco per il loro impegno sociale e per la forte volontà di uscire dalla tendenza attuale di mirare al proprio tornaconto, per anteporre a tutto il Bene comune e la moralità politica si sono trovate subissate da denunce e incriminazioni e limitazioni nei loro movimenti. Eppure non demordono e proprio in questi giorni impediscono pacificamente gli espropri del Cociv, organizzano assemblee e marce o elaborano documenti da presentare a organismi italiani (non so fino a che punto utili) o europei.

Sono orgoglioso di essere al loro fianco.

Post scriptum

Da Genova – “Possibili infiltrazioni nei lavori del Terzo Valico? Può darsi”. Il procuratore capo della procura di Genova, Michele Di Lecce, si é espresso così giovedì 10 a Liguria Today, l’approfondimento di cronaca del giovedì sera su Primocanale, rispondendo a una domanda relativa alle influenze malavitose che potrebbero toccare i cantieri dell’importante opera e altre realtà.