Report del presidio al cantiere di Trasta

Riceviamo e pubblichiamo

Venerdì 21

Bel pomeriggio, nonostante il tempo grigio, in quel di Trasta, davanti al campo base.

Il presidio ha occupato lo spazio intorno al cancello, appeso striscioni e manifesti sulle reti, le ringhiere ed il cancello stesso, per poi chiuderlo e bloccarlo a lungo.

Sono stati distribuito centinaia di volantini alle macchine di passaggio, in allegato il testo, mentre un gruppo di provetti imbianchini scriveva sul muraglione lungo il Polcevera “Il sabotaggio è compagno di chi lotta. Chiara,  Claudio, Mattia, Niccolò  liberi”.

Dopo le 19 fumogeni, petardi ed un fitto lancio di uova ripiene di vernice gialla e rossa regalavano immeritato brio e colore allo scempio che, il giorno seguente sotto un pallido sole, mostrava i suoi pois facendo sorridere chi si recava al volantinaggio a Pontedecimo.

Ancora una volta abbiamo capito che vivendo in prima persona i valori della resistenza, dell’amicizia, della condivisione, con gioia e traendone forza per sostenere tutti, nel rispetto dei diversi modi, si interiorizzano gli elementi fondanti del “si parte e si torna insieme”.