Le cave del Cociv, tra mafie e silenzio delle istituzioni

Il sequestro della cava di Castello Armellino a Tortona dovuta alla scoperta di ogni genere di rifiuti tossici nel suolo è una di quelle notizie che non lascia per nulla stupiti. Da sempre le associazioni ambientaliste della provincia vanno dicendo che il tortonese è una zona strategica per le mafie che operano nel traffico di rifiuti tra Liguria e Lombardia.

Per decenni le valli Scrivia e Curone sono state violentate senza che le istituzioni muovessero un dito a riguardo, e già nel 1990 si parlava di un’anomala incidenza di malattie in certe zone, secondo alcuni dovuta allo sversamento di sostanze tossiche. La caratterizzazione dei terreni dell’Ecolibarna, tra Serravalle Scrivia e Novi Ligure, uno dei siti più inquinati d’Europa, fece emergere già anni fa la presenza di acetone, ddt, idrocarburi e un’altra cinquantina di sostanze chimiche. Il fatto che solo ora, a distanza di tanti anni, e solo a causa dei controlli sul Cociv, salti fuori l’ennesimo caso nel tortonese significa che non c’è mai stata una volontà di capire le reali dimensioni del fenomeno. Quella di continuare a negare è una necessità economica (le bonifiche) e politica di una classe dirigente cialtrona, nella migliore delle ipotesi.

Chi pensa che questo tipo di fenomeno appartenga al passato si sbaglia di grosso. Ancora nel 2010, nel porto di Genova veniva intercettato un container contenente cobalto radioattivo, destinazione Pozzolo Formigaro, ditta Sofio. E solo due mesi fa sono stati effettuati tre arresti, sempre nel porto di Genova, per omessi controlli su materiale radioattivo (suvvia, non è mai morto nessuno…)

Ricordiamo che la cava recentemente sequestrata è del signor Franzosi, a cui avevamo già rivolto le nostre attenzioni mesi fa. Sempre a lui era stata sequestrata un’altra cava a Sale, per le medesime motivazioni. Lui, persona per bene, condannato per aver corrotto un maresciallo della Finanza per evitare controlli fiscali, fu il primo a entrare nel cantiere Tav di Voltaggio con i suoi mezzi. Ma il prefetto (la P maiuscola è sempre in ostaggio) non si crucci per questi piccoli contrattempi. Il signor Franzosi, infatti, sequestrata anche la cava di Tortona, può tranquillamente continuare a lavorare nei cantieri del Terzo Valico con quella di Pozzolo Formigaro, frazione Bettole. Chissà se l’Arpa andrà a fare un giro anche lì. Come si suol dire, non c’è due senza tre.

Per approfondire sulle ditte coinvolte nei lavori del Terzo Valico e sulle infiltrazioni mafiose:

Cade la testa di Marcheselli, direttore del Terzo Valico: mancano requisiti antimafia 02/03/2015

Cociv rescinde il contratto con le ditte impegnate a Radimero 26/02/2015

La magistratura sequestra cava del Terzo Valico a Tortona 24/02/2015

Il cantiere del Terzo Valico di Arquata da ieri è ufficialmente chiuso 20/02/2015

Arquata, dove sono finite le belle parole sui controlli? 09/02/2015

I sindaci tutti d’accordo: SLALA in mano ai tangentisti 03/02/2015

‘Ndrangheta, perquisita la casa del senatore Luigi Grillo 30/01/2015

Cenare con Renzi porta bene: il Tar dà ragione alla Lauro s.p.a. 30/12/2014

Lauro s.p.a., gli amici degli amici vanno a cena con Renzi 10/11/2014

La ‘Ndrangheta nella 35-Ter, chi l’avrebbe mai detto 06/11/2014

La cava Montemerla del Terzo Valico invasa da tre metri d’acqua 16/10/2014

Arquata fra ditte impresentabili, ponte di Vocemola e Terzo Valico 27/08/2014

Franzosi, il condannato che vende ghiaia al Cociv 06/08/2014

Loro col camion al sabato circolano e gli altri no 03/08/2014

Alta velocità:politica e interessi nell’affare Terzo Valico, come al solito 26/07/2014

Abbiamo scherzato, la Lauro rientra a Voltaggio 17/07/2014

Gavi, al lavoro due ditte sotto inchiesta. Una finanzia il PD 14/07/2014

Sono arrivati a lavorare altri amici della ‘ndrangheta 02/07/2014

Sul cantiere di Voltaggio e sui nostri politici 30/06/2014

Tav, fermo cantiere Genova-Milano: mancano requisiti antimafia a ditta 29/06/2014

Stop al cantiere del Terzo Valico “Non è in regola con l’antimafia” 29/06/2014

Bloccato il cantiere di Voltaggio. Per infiltrazioni mafiose? 27/06/2014

Bloccati cantieri Lauro. Fuori dalla nostra terra 24/06/2014

A Novi appalti del Terzo Valico agli amici del PD di Muliere 15/05/2014

Ecco il lavoro che porta il Terzo Valico (Speciale della redazione di notavterzovalico.info) 07/05/2014

Appalti Terzo Valico, ancora ditte da brividi 02/04/2014

Condannati gli uomini del Cociv per i reati ambientali nel Mugello 24/03/2014

Scoperto chi lavora nel cantiere di Radimero ad Arquata 25/02/2014

Nuovi intrecci con il malaffare per le ditte del Terzo Valico 18/02/2014

Abbiamo offeso l’onorabilità del Cociv 07/02/2014

Ci mancavano solo le mani della camorra sul Terzo Valico 24/01/2014

Le mani della ‘ndrangheta sul Terzo Valico 22/01/2014

Da Arquata a Tortona: siamo con voi! 02/10/2013

Contro le mafie, contro il Terzo Valico 30/09/2013

Lauro Spa: criminali che si aggirano per Voltaggio 26/09/2013

Arquata Scrivia: un bel posto dove seppellire rifiuti tossici? 09/08/2013

L’impresa delle mega-frodi fornirà il cemento del Terzo Valico 08/08/2013

Ruspe bruciate a Serravalle, puzza di ‘ndrangheta 31/07/2013

Ecco un’altra ditta dei soliti noti 03/06/2013

Un boss a Castelnuovo 23/04/2013

Terzo Valico, ancora ditte impresentabili 19/03/2013

Cosa loro – Sulla firma del “protocollo per la legalità” 21/12/2012

NdrangheTav 14/10/2012

La mafia non esiste! 11/10/2012

C’è da mangiare anche per Lunardi…quello per cui con la mafia bisogna convivere 12/09/2012

Nelle mani dei banditi 10/09/2012

Comune di Novi, ansia da prestazione 20/08/2012

Bpm, arrestato Massimo Ponzellini per i finanziamenti a Corallo 29/05/2012

1991 /2012 – con Ponzellini si aggiunge un ulteriore tassello 30/05/2012

Alessandria – Gli affari della ‘ndrangheta. Non ci siamo capiti! 19/09/2011

Alessandria – Gli affari della ‘ndrangheta 05/09/2011

 

Print Friendly, PDF & Email