Lunedì 15 giugno fiaccolata e dibattito a Pontedecimo

LUNEDI’ 15 GIUGNO H.21 PONTEDECIMO
IN VIA CONI ZUGNA (DI FRONTE ALLE PISCINE)
FIACCOLATA DI SOLIDARIETA’  E DIBATTITO PUBBLICO

Pontedecimo 2015, terra di mafia.
Così forse ricorderemo quest’epoca.
Per non essere in ritardo nel capire e poter provare a cambiare la storia, sappiamo di dover chiamare le cose col loro nome.
Invasori senza scrupoli coloro che derubano per i propri interessi una persona della propria terra e complici  le Istituzioni che nel silenzio li proteggono.
La storia passata di queste valli ci insegna come trattare invasori e complici…

Sappiamo che è nostro dovere di persone, informarci, informare, fare sentire la nostra voce e  lottare scegliendo di esserci per la nostra terra, la nostra salute, la nostra dignità, la giustizia.
Cociv martedì mattina ha mandato operai e mezzi in Via Coni Zugna, nel giardino di un privato cittadino, quel giardino dove il Movimento No Tav aveva insediato il Presidio No Tav di Pontedecimo, dove numerose volte uomini e donne erano scesi in strada, per proteggere il proprietario  da un esproprio illegale e mai avvenuto.
Nonostante ciò, Co.Civ ha preso fisicamente possesso del giardino di prima mattina, senza darne alcun preavviso ai proprietari, attraverso l’unico mezzo che conosce: LA DEVASTAZIONE.

I proprietari sono stati svegliati dal rumore delle ruspe e dal rombo delle motoseghe; nessuno ha ritenuto opportuno suonare il campanello per avvertirli di quello che stava per accadere.
Le recinzioni sono state divelte, il muro del giardino buttato giù, gli alberi tagliati.
Distrutto per sempre un piccolo fazzoletto di terra dal valore inestimabile per chi quotidianamente l’ha curato e vissuto: la qualità della vita.
Nessun rispetto per le persone, per ciò che significa per ognuno di noi “Casa”: ricordi, oggetti cari, fiori piantati, storie di vita, di pomeriggi trascorsi in compagnia. Nessun rispetto, nessun riconoscimento, la persona non conta, conta solo prendere possesso nel modo più veloce possibile, perché a luglio scade la Valutazione di Pubblica Utilità  del Terzo Valico,  e quindi nessun esproprio potrà più essere eseguito…

Non possiamo delegare oltre, non possiamo far finta di nulla, dobbiamo ESSERCI, dimostrare che  i cittadini sanno dare un volto alla MAFIA, sanno distinguere i SERVI dei potenti, sanno vedere quando le istituzioni si schierano dalla parte sbagliata, dobbiamo dimostrare che oggi siamo solidali con chi ha subito un doloroso sopruso, che è anche  un simbolo dell’enorme sopruso che è il Terzo Valico, e che il sistema delle Grandi Opere porta con sé.
Per la nostra dignità di persone, di adulti, di madri e di padri non possiamo più delegare , e’ necessario partecipare!

Movimento No Tav – Terzo Valico
www.noterzovalico.org
www.notavterzovalico.info

 

Print Friendly, PDF & Email