Cociv sconfitto in tribunale. Davide e Carlo non hanno diffamato!

Dopo l’assoluzione di metà giugno Cociv esce nuovamente con le ossa rotte da un’aula di tribunale. Davide e Carlo, instancabili militanti del comitato No Tav – Terzo Valico di Novi Ligure, difesi dagli avvocati Gorla e Tartarini, sono stati archiviati dal Tribunale di Torino dall’accusa di diffamazione. Andiamo con ordine e ripercorriamo i fatti. Il 6 ottobre del 2014 si svolge un Consiglio Comunale aperto partecipatissimo a Novi Ligure sulla questione del Terzo Valico. Fra i molti interventi vi sono quelli puntuali del nostro biologo Carlo e del nostro geologo Davide che contribuiscono alla grande a sollevare i problemi di carattere ambientale e sanitario legati al Terzo Valico. Il Cociv letta l’edizione de La Stampa del giorno dopo dà mandato ai suoi avvocati di querelare i due No Tav perché a loro dire avrebbero pesantemente diffamato il consorzio.

Il Pubblico Ministero decide di aprire un fascicolo ma rendendosi conto che in ballo vi fosse la libertà di due cittadini di esprimere le proprie opinioni chiede al Giudice l’archiviazione. Due le ragioni della richiesta. La prima: “I fatti attribuiti agli imputati difettano degli elementi specifici del reato di diffamazione, in quanto le condotte assumono meri connotati di critiche politiche e di giudizi tecnici, non di offesa all’altrui reputazione”. La seconda: “Le espressioni difettano di quei minimi di offensività richiesta dalla legge per la sussistenza del reato de quo”. Il Cociv tramite i suoi legali si oppone alla richiesta di archiviazione e presenta una lunga memoria difensiva per chiedere che si svolga il processo. Il Giudice dopo un primo rinvio ha disposto invece l’archiviazione definitiva.

Quindi ci permettiamo di riscrivere alcune delle frasi incriminate. Realtà caro Cociv, non diffamazione.

…”Non esiste nessuno studio sull’impatto ambientale”…

…i soldi investiti per la progettazione e costruzione dell’opera sono “soldi appetibili per le mafie” ed ancora che “la prova di cosa potrà diventare il nostro territorio è data dal Mugello”

“proprio al Mugello la devastazione delle falde acquifere ha causato una parte di territorio desertificata e un’altra allagata. La stessa sorte la subiranno a Novi le case del Basso Pieve, che si vedranno i seminterrati pieni d’acqua. Senza contare le polveri d’amianto Crisotilo i cui studi sul vento spingeranno la nube di fibre per tutto il centro storico”

Ricordiamo a tutti che la battaglia legale è ancora parecchio lunga e che chi vuole può contribuire alle spese legali del movimento.

Puoi farlo rivolgendoti direttamente al tuo comitato locale oppure facendo un bonifico con la causale “contributo spese legali”

CASSA CENTRALE BANCA CREDITO COOPERATIVO DEL NORD EST

BANCA POPOLARE ETICA

IBAN: IT96Q0359901899050188528148

Intestato a WELCOME ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO