Sabato 26 settembre marcia a Sezzadio contro discariche e Terzo Valico

Il Movimento No Tav – Terzo Valico aderisce e partecipa alla manifestazione contro le discariche e il Terzo Valico indetta dai Comitati di Base della Valle Bormida che si svolgerà sabato a Sezzadio. Pubblichiamo l’appello di indizione della marcia.

Invitiamo tutti, comitati, associazioni, e soprattutto i cittadini della provincia a partecipare compatti e numerosi alla manifestazione del 26 settembre 2015 a Sezzadio, organizzata dai Comitati di Base della Valle Bormida.

Una manifestazione contro la discarica progettata dalla ditta Riccoboni, contro il rinnovo della concessione alla Enel-Syndial per l’Acna di Cengio, e contro il Terzo Valico.

Dopo 117 anni di inquinamento dell’Acna in Valle Bormida, noi non siamo più disponibili.

La nostra manifestazione è anzitutto contro l’uso delle cave nel nostro territorio, con modalità che consentirebbero a una multinazionale di portare 1.700.000 metri cubi di rifiuti sopra la nostra falda acquifera. Questo la Valle Bormida non può accettarlo.

Allo stesso modo, non possiamo permettere che il Cociv-Terzo Valico chieda una parte del nostro territorio e quelle stesse cave per depositarvi lo smarino del Terzo Valico, tanto più dopo che le recenti analisi hanno confermato che tale smarino contiene elevate percentuali di amianto. E non possiamo accettare il rinnovo della concessione all’Enel-Syndial per utilizzare ancora il fiume Bormida per i suoi scopi.

I Comitati di Base da anni combattono contro questo tipo di opere, opere inutili, che possono solo portare danni al territorio e alla salute della popolazione. Questo non possiamo accettarlo. Per questo tutti i Comitati della provincia si stanno battendo contro progetti come questo, opere la cui responsabilità è frutto di una connivenza da parte di politici interessati più a logiche di convenienza che al bene dei cittadini.

La Valle Bormida è pronta ad alzarsi in piedi e manifestare in maniera compatta, insieme ai suoi sindaci e ai Comitati di Base per dire “NO”. Non metteranno i piedi sul nostro territorio: non accetteremo queste opere scellerate, prodotte solo dalle menti di politici corrotti e da poteri conniventi con le multinazionali dei rifiuti e con il terzo valico.

Il tempo è venuto: diamo una spallata ai politici politicanti e a tutti coloro che vengono nei nostri territori con progetti che porteranno solamente inquinamento, morte e degrado.

Sabato 26 settembre alle ore 15 troviamoci tutti insieme a Sezzadio, per resistere contro la prepotenza di chi vuole sfruttare il territorio, e contro quei politici che finora hanno protetto o avallato interessi che non hanno nulla a che vedere con la realtà vera della nostra Valle.

Comitati di Base

Print Friendly, PDF & Email