Conferenza stampa e mozione verso la fiaccolata di sabato

Si scaldano i motori verso la fiaccolata da Pontedecimo a Campomorone che sabato chiederà a gran voce la chiusura del cantiere del Terzo Valico di Cravasco e la messa in discussione complessiva dell’intera opera dopo il ritrovamento di ingenti quantitativi di amianto e lo smaltimento avvenuto in violazione delle normali procedure di legge.

Questa mattina si è svolta la conferenza stampa del Movimento No Tav – Terzo Valico e i gruppi di opposizione del Comune di Campomorone hanno annunciato di aver presentato una mozione nel quale viene richiesta un’ordinanza sindacale per la chiusura del cantiere. Domani ultima iniziativa di avvicinamento alla fiaccolata con la presentazione del libro “Terzo Valico. L’altra Tav” presso la sede di Isoverde del Gruppo Valverde NoTav con la presenza dell’autore Mauro Ravarino.

Inutile scrivere che sabato in piazza bisogna esserci tutte e tutti e conforta sapere che dal basso Piemonte sono già 70 le persone che in forma organizzata raggiungeranno la piazza con un pullman e parecchie macchine al seguito. E’ questo il momento di sottrarre un pochino del proprio tempo ai propri affetti, è questo il momento di esserci!

dal profilo fb di Valverde NoTav

QUESTA MATTINA SI E’ SVOLTA LA CONFERENZA STAMPA DEL MOVIMENTO NO TAV TERZO VALICO

Il ritrovamento di amianto in uno dei Cantieri del Terzo Valico in Liguria (Cantiere di Cravasco) mette in luce da un lato i rischi a cui le popolazioni dei territori interessati vengono esposte e dall’altro le contraddizioni intrinseche a questa opera faraonica.
Gia’ pochi giorni dopo il ritrovamento dell’amianto il Movimento ha documentato violazioni nelle procedure di smaltimento. Le fotografie e le testimonianze sono state riprese da tutti i giornali e hanno portato a sanzioni da parte di Asl e avvisi di garanzia per i responsabili della ditta subappaltante di Co.Civ.
Inoltre, in barba ad ogni protocollo in merito, analisi di Arpal hanno rilevato presenza di amianto anche nel sito dedicato allo smarino “pulito”.
Tutto questo è gravissimo perchè ha messo in serio pericolo la salute degli abitanti e dei lavoratori.

A fronte di un progetto da sempre controverso, basato su dati trasportistici che la storia ha già decretato come falsi, con pesanti e irreversibili ripercussioni sull’ambiente, l’amianto farà inevitabilmente lievitare i costi ed esporrà lavoratori e popolazioni a rischi sempre maggiori.

In un territorio, come quello Ligure e Basso Piemontese, flagellato da alluvioni e dissesto idrogeologico, dove mancano costantemente risorse, gettare miliardi di euro pubblici in questa opera inutile, devastante e pericolosa è inaccettabile.

A partire da Cravasco vogliamo la chiusura dei cantieri e lo stop dei lavori del Terzo Valico.

Per ribadire questo con forza il movimento No Tav Terzo Valico indice una giornata di mobilitazione.

PONTEDECIMO – CAMPOMORONE SABATO 24 OTTOBRE ORE 17
FIACCOLATA NO TERZO VALICO

da genova24.it

Amianto, Altra Campomorone e M5S: “il cantiere del Terzo Valico a Cravasco va chiuso”

I gruppi consiliari di opposizione del Comune di Campomorone hanno presentato una mozione nella quale viene richiesta un’ordinanza sindacale che disponga la chiusura del cantiere Terzo Valico Dei Giovi di Cravasco, dopo il ritrovamento di materiale contenente amianto superiore al limite previsto dalla normativa vigente.

Nel documento di Altra Campomorone e Movimento 5 Stelle Campomorone “viene richiesto questo provvedimento al Sindaco, riconosciuto dalla legge come autorità sanitaria locale, responsabile della tutela della salute dei cittadini; la stessa legge conferisce al primo cittadino il potere di emanare ordinanze in materia di emergenze sanitarie ed igiene pubblica”.

La mozione verrà esposta e votata nel consiglio comunale, convocato su richiesta della stessa opposizione, e che si svolgerà il 27 ottobre 2015 alle ore 17 presso la sala consiliare del Comune di Campomorone.

Movimento 5 Stelle Campomorone e Altra Campomorone annunciano inoltre che parteciperanno alla fiaccolata che si svolgerà sabato 24 ottobre a Pontedecimo organizzata dal movimento No Tav Terzo Valico, indetta per richiedere la chiusura dello stesso cantiere.

 

Print Friendly, PDF & Email