Consiglio Comunale “aperto” (?!) sul Terzo Valico: una vera e propria farsa

Non saremo presenti al Consiglio Comunale del 29 giugno sul tema Terzo Valico, al quale siamo stati invitati.

Diserteremo l’appuntamento perché – vogliamo dirlo con chiarezza – lo riteniamo una vera e propria farsa.

Non si tratta di un consiglio realmente aperto, ovvero con diritto di parola per qualsiasi cittadino, con possibilità di chieder conto pubblicamente agli amministratori dello scempio del territorio, bensì -a nostro parere- di una mera operazione di propaganda si tav: Aprono Sindaco ed Assessore, poi la parola al Cociv ( ente costruttore del Tav ) e/o a Rfi ed, eventualmente, così avevano previsto, la “foglia di fico” di un intervento no tav , il tutto seguito dai brevi interventi (3-5 minuti?) delle associazioni che ne avessero fatto richiesta (con prenotazione da effettuarsi però diversi giorni prima!).

Nessuna replica da parte degli amministratori, nessun confronto reale.

Abbiamo deciso di declinare l’invito perché non intendiamo legittimare con la nostra presenza un simile teatrino che, a nostro avviso, nulla ha a che vedere con la democrazia.

Lo diciamo con dispiacere e rammarico per quei consiglieri – pochi – che hanno provato a spendersi per un confronto reale ma non sono riusciti ad ottenerlo.. (sono anni che chiediamo un dibattito reale in città, il Comune ha ignorato la petizione popolare e le ripetute richieste di confronto pubblico e aperto, l’ultima fatta un anno fa, ai tempi dello scandalo del traffico di rifiuti tossici gestiti dai clan ‘ndranghetisti, con Tortona come centro nevralgico, vedi operazione “Triangolo” sul sito notavterzovalico.info).

Tortona, terra già avvelenata dai rifiuti tossici delle mafie – cosa su cui il Comune non ha speso neanche una parola, vergognosamente – corre un grosso ulteriore rischio con l’amianto ed i lavori del Terzo Valico, e Lorsignori sanno solo parlare di opere compensative, invece di fermarsi a riflettere sulla crescita impressionante di patologie gravi e morti anche in giovane età (35-50 anni).. nessun principio di precauzione, nessuna diffusione di dati epidemiologici recenti e completi, più volte da noi richiesti. Nessuna REALE tutela del territorio e della salute dei cittadini.

Rivolgiamo un appello a tutti coloro che si sentono no tav : non partecipate ad una farsa che umilia la democrazia, quella vera, e che oltraggia la dignità dei cittadini. Non legittimate con la vostra presenza un’Amministrazione che non ha a cuore né la salute dei cittadini né il confronto, e non perde occasione per dimostrarlo.

COMITATO NO TAV TERZO VALICO TORTONA

Print Friendly, PDF & Email