‘Ndrangheta, il “ruolo rilevante” della Liguria. Terzo Valico, gli affiliati sostenevano il “Si Tav”

da genova24.it

In carcere anche Nino Gullace, Antonio Fameli, Giulia Fazzari e Fabrizio Accame. Ai domiciliari: Rita Fazzari e Roberto Orlando

Genova. Infiltrazione della cosca “Raso-Gullace-Albanese” neisubappalti (già aggiudicati) del Terzo Valico. Ma non solo. Proprio per agevolare l’inizio dei lavori alcuni affiliati hanno anche sostenuto il movimento “Si Tav”. Sono alcuni dei particolari che emergono dalla maxi operazione portata avanti da Polizia e DIA in Liguria, Calabria, Lazio, Piemonte e altre regioni del Nord, al termine delle indagini coordinate dalla Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria.

“Particolarmente intensi sono stati i rapporti accertati tra le imprese della cosca ‘Raso-Gullace-Albanese’ e gli amministratori di alcuni comuni liguri, il cui operato è stato oggetto di condizionamento, anche mediante la sollecitazione al pagamento indebito di somme di denaro, con specifico riferimento alla fornitura di servizi in materiale ambientale”, si legge nella nota della Dia diramata al termine della conferenza stampa di Reggio Calabria.

Le imprese edili e di movimento terra, riferibili alla cosca “Raso-Gullace-Albanese”, hanno acquisito anche appalti dalla Cooperativa “Coopsette”, attraverso la corruzione di dipendenti infedeli che assegnavano le commesse dopo l’approvazione di preventivi appositamente “gonfiati”, così da consentire un maggior guadagno alle imprese mafiose e assicurarsi il pagamento di un corrispettivo.

La complessa attività investigativa ha permesso poi di documentare gli stretti rapporti e la sussistenza di interessi economici comuni tra la cosca “Raso-Gullace-Albanese” e quella dei “Parrello-Gagliostro” di Palmi (RC), i cui affiliati gestiscono numerose società attive prevalentemente nel settore dei servizi di igiene ambientale, con sedi in Lombardia, Emilia Romagna e Calabria, intestate a prestanome che, grazie a compiacenti imprenditori e manager genovesi e romani, avevano acquisito, tra gli altri, il subappalto per i servizi di igiene civile e industriale di Poste Italiane S.p.a. e Alleanza Assicurazioni S.p.a, in provincia di Reggio Calabria.

In particolare, fa notare la Dia, “appare interessante la tendenza della ‘ndrangheta ad investire i propri capitali illeciti nel settore della produzione e commercializzazione di lampade a led”.

Documentati anche consistenti investimenti all’estero nel settore immobiliare mediante una serie di operazioni realizzate in costa Azzurra, nelle Canarie ed in Brasile, attraverso il riciclaggio di capitali di provenienza illecita e la contestuale acquisizione di disponibilità finanziarie in quei Paesi in forza di rapporti instaurati con fiduciari locali.

E’ stato, infine, eseguito il sequestro preventivo di beni mobili, immobili, depositi bancari di 21 società, la maggior parte delle quali con sedi in Liguria, Piemonte, Lombardia, Lazio e Calabria, riconducibili alle consorterie mafiose per un valore complessivo stimabile in una quarantina di milioni di euro.

Tra queste le liguri Samoter s.r.l., Gi.Erre. s.r.l., Liguria 2000 soc. coop, tutte con sede legale a Borghetto Santo Spirito (SV) e la sala giochi Ca’ Royale, di Loano.

L’inchiesta ”Alchemia” si è sviluppata in due fasi: una, condotta dal Centro Operativo D.I.A. di Genova, con i Centri Operativi di Reggio Calabria e Roma, nei confronti di elementi affiliati alla cosca mafiosa “Raso-Gullace-Albanese” di Cittanova; l’altra, coordinata dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, dalla Squadra Mobile di Genova e di Reggio Calabria nonché dalla Squadra Mobile di Savona, sui soggetti appartenenti alla stessa consorteria mafiosa e a quella dei “Parrello-Gagliostro” di Palmi.

Da cui è emerso il “grande interesse degli appartenenti della ‘ndrangheta per diversi settori strategici, quali il movimento terra, l’edilizia, l’import-export di prodotti alimentari, la gestione di sale giochi e di piattaforme di scommesse on line, la lavorazione dei marmi, autotrasporti, smaltimento e trasporto di rifiuti speciali, con l’individuazione di società intestate a prestanome”.

Affiliati alla cosca cittanovese operanti in Liguria hanno confermato il loro profilo di pericolosità e di solido collegamento con la “casa madre”, evidenziando ancora una volta il rilevante ruolo della Liguria nelle dinamiche e negli interessi della ‘ndrangheta nel Nord Italia.

E’ stata inoltre documentata la partecipazione a diversi summit mafiosi da parte degli indagati. Così come è stata accertata la rituale affiliazione di figli di ‘ndraghetisti al momento del compimento della maggiore età.

Sono state comprovate relazioni con esponenti della politica reggina, anche a livello nazionale, funzionali ad “un reciproco scambio di favori, che hanno confermato l’interesse che le cosche hanno nel coltivare le indispensabili connessioni con il mondo politico”. Altri rapporti sono stati riscontrati con funzionari dell’Agenzia delle Entrate e della Commissione Tributaria di Reggio Calabria.

Quarantadue le misure cautelari: 34 persone in carcere, 6 ai domiciliari e 2 interdittive dall’esercizio di un pubblico ufficio, emesse dal Gip di Reggio Calabria, a carico di affiliati e contigui alla ‘ndrangheta delle due cosche reggine, indagati, a vario titolo, per i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, corruzione, intestazione fittizia di beni e società.

Tra questi spiccano i liguri: Giampaolo Sutto, genovese, Fabrizio Accame, di Albenga, Giulia Fazzari, nata a Genova, Nino Gullace, Antonio Fameli. Ai domiciliari: Rita Fazzari, nata ad Albenga e Roberto Orlando, nato ad Albenga.

Questi i nomi delle persone nei colpite da una custodia cautelare in carcere:

1. RASO Antonino, nato a Cittanova (RC) il 06.07.1948;
2. ACCAME Fabrizio, nato ad Albenga (SV) il 21.11.1969;
3. GULLACE Carmelo detto “Nino”, nato a Cittanova (RC) il 06.01.1951;
4. GULLACE Elio, nato a Cittanova (RC) il 29.11.1958;
5. FAZZARI Giulia, nata a Genova il 23.07.1959;
6. FAMELI Antonio, nato a San Ferdinando di Rosarno (RC), 23.10.1938;
7. SUTTO Giampaolo, nato a Genova il 29.03.1961;
8. GRUTTERIA Marianna, nata a Serravalle Scrivia (AL) il 27.10.1970;
9. SOFIO Orlando, nato a Cittanova (RC) il 04.02.1954;
10. SIPALA Agrippino, nato a Raddusa (CT) il 19.02.1948;
11. D’AMICO Vincenzo, detto “Enzo”, nato a Taurianova il 31.03.1968;
12. AMMIRAGLI Alfredo Beniamino, “Direttore”, Castellammare di Stabia (NA) il 21.04.1967;
13. CORSETTI Massimiliano, detto “il romano”, nato a Roma il 18.12.1966;
14. POLITI Girolama, nata a Cittanova (RC) il 09.10.1952;
15. GIOVINAZZO Girolamo, detto “Jimmy”, nato a Cittanova (RC) il 27.07.1972;
16. POLITI Francesca detta “Luciana”, nata a Roma il 04.10.1973;
17. POLITI Rocco, nato a Cittanova (RC) il 21.02.1957;
18. POLITI Rosario, nato a Cittanova (RC) il 27.10.1959;
19. TAIANO Luigi, nato a Napoli il 03.11.1969;
20. ALBANESE Michele, nato a Rosarno (RC) l’8.10.1955;
21. CAMINITI Fortunato, detto “Gaetano”, nato a Taurianova (RC) il 07.08.1959;
22. GAGLIOSTRO Candeloro, detto “Enzo” o “geometra” o “ Cecè” o “principale”, nato a Taurianova (RC) il 28.07.1968;
23. GAGLIOSTRO Carmelo,nato a Palmi (RC) il 10.06.1974;
24. PIRRELLO Pietro, detto “ Piero”, nato a Reggio Calabria il 22.05.1976;
25. ROSSINI Demetrio, detto “ Demi” o “ portachiavi” o “messo”, nato a Palmi (RC) il 20.11.1973;
26. BARONE Adolfo, nato a Palmi (RC) il 16.02.1967;
27. MILITANO Fortunata, detta “Nuccia”, nata a Palmi (RC) il 19.04.1970;
28. FILIPPONE Rocco, nato a Palmi (RC) il 21.02.1981;
29. PARISI Gabriele, detto “il consulente” o “ ciuchino” o “ ciu-ciu”, nato a Palmi (RC) il 26.12.1982;
30. ZOCCOLI Vincenzo, nato a Palmi (RC) il 20.01.1976;
31. BARONE Pietro Giovanni, detto “Giampiero” o “ Mister Dollaro”, nato a Palmi (RC) il 24.06.1970;
32. GULLACE Francesco detto “Ciccio”, nato a Cittanova (RC) il 04.01.1949;
33. RASO Francesco, nato a Polistena (RC) il 12.03.1992;
34. CONTARTESE Pantaleone, detto “Leone” o “Luni”, nato a Limbadi (VV) il 23.04.1946;

Queste le persone finite agli arresti domiciliari:

1. FAZZARI Rita, nata ad Albenga (SV) il 21.04.1969;
2. ORLANDO Roberto, nato ad Albenga (SV) il 20.05.1971;
3. ORLANDO Salvatore, nato a Vibo Valentia il 25.06.1970;
4. GALLUCCIO Antonio, nato a Cinquefrondi (RC) il 25.06.1981;
5. CHIARO Giuseppe, nato a Taurianova (RC) il 06.05.1979;
6. IERO Giuseppe, detto “Peppe”, nato a Reggio Calabria il 04.07.1982;

Infine le misure interdittive della sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio sono state emesse nei confronti di:

1. VAZZANA Annunziato, detto “Nuccio”, Santo Stefano in Aspromonte (RC) il 24.04.1965;
2. MAZZEI Salvatore, nato a Calanna (RC) il 15.04.1956.

Per approfondire sulle ditte coinvolte nei lavori del Terzo Valico e sulle infiltrazioni della criminalità organizzata:

Interdittiva antimafia alla Lande dal Prefetto di Napoli. Cosa aspetta la Tafuri? 08/06/2016

Dopo la Lande, al Terzo Valico arriva la Fincosit, fresca di tangenti del MOSE 03/05/2016

No Terzo Valico: arrestato Cascella, imprenditore coinvolto nei lavori della linea alta velocità 29/04/2016

Arrestato per camorra il capo della Lande, al lavoro nei cantieri del Terzo Valico 28/04/2016

Le mani (sporche) dei soliti noti sul lago di Alessandria. Cosa dice Rita Rossa? 25/11/2015

Una prefettura sbadata fa dissequestrare l’impianto delle inchieste 05/11/2015

Ecco le prove della Allara al “lavoro” nei cantieri del Terzo Valico 28/10/2015

Quali veleni ha scaricato la Allara a Serravalle e ad Arquata? 22/10/2015

Unicredit, il vicepresidente Fabrizio Palenzona indagato per reati finanziari in inchiesta su Matteo Messina Denaro 09/10/2015

Htr, Pd, discarica di Torrazza: il business dell’amianto sulla pelle della gente 17/09/2015

La Lande nei guai per camorra. Quando l’interdittiva del Prefetto Tafuri? 28/07/2015

La Sicilsaldo a Novi. “Completamente soggiogata da Cosa Nostra” per i Ros 01/07/2015

Arresti per traffico di rifiuti: dietro il dito c’è il Terzo Valico 09/06/2015

Cociv preso con le mani in pasta nel passante di Ancona 19/05/2015

Da Bolzano con furore: Oberosler, condannati per corruzione 30/04/2015

Il Terzo Valico spuzza 22/04/2015

Incalza e il Presidio NoTav di Radimero 14/04/2015

Arrivati a Novi quelli che interravano rifiuti tossici nei cortili delle scuole 08/04/2015

La solita puzza di marcio nella vicenda dei rifiuti a Novi 24/03/2015

Quello strano giro di rifiuti dalla Valverde a Novi passando per Libarna 23/03/2015

I soldi del Terzo Valico agli alluvionati di Genova? E Lupi rassicurò Incalza 20/03/2015

Lupi, Incalza e il Terzo Valico: oltre le apparenze 19/03/2015

Arrestato Incalza: gestione illecita grandi opere fra cui il Terzo Valico 16/03/2015

Al peggio non vi è fine: arriva a Novi anche il gruppo Marazzato 10/03/2015

Le cave del Cociv, tra mafie e silenzio delle istituzioni 04/03/2015

Cade la testa di Marcheselli, direttore del Terzo Valico: mancano requisiti antimafia02/03/2015

Cociv rescinde il contratto con le ditte impegnate a Radimero 26/02/2015

La magistratura sequestra cava del Terzo Valico a Tortona 24/02/2015

Il cantiere del Terzo Valico di Arquata da ieri è ufficialmente chiuso 20/02/2015

Arquata, dove sono finite le belle parole sui controlli? 09/02/2015

I sindaci tutti d’accordo: SLALA in mano ai tangentisti 03/02/2015

‘Ndrangheta, perquisita la casa del senatore Luigi Grillo 30/01/2015

Cenare con Renzi porta bene: il Tar dà ragione alla Lauro s.p.a. 30/12/2014

Lauro s.p.a., gli amici degli amici vanno a cena con Renzi 10/11/2014

La ‘Ndrangheta nella 35-Ter, chi l’avrebbe mai detto 06/11/2014

La cava Montemerla del Terzo Valico invasa da tre metri d’acqua 16/10/2014

Arquata fra ditte impresentabili, ponte di Vocemola e Terzo Valico 27/08/2014

Franzosi, il condannato che vende ghiaia al Cociv 06/08/2014

Loro col camion al sabato circolano e gli altri no 03/08/2014

Alta velocità:politica e interessi nell’affare Terzo Valico, come al solito 26/07/2014

Abbiamo scherzato, la Lauro rientra a Voltaggio 17/07/2014

Gavi, al lavoro due ditte sotto inchiesta. Una finanzia il PD 14/07/2014

Sono arrivati a lavorare altri amici della ‘ndrangheta 02/07/2014

Sul cantiere di Voltaggio e sui nostri politici 30/06/2014

Tav, fermo cantiere Genova-Milano: mancano requisiti antimafia a ditta 29/06/2014

Stop al cantiere del Terzo Valico “Non è in regola con l’antimafia” 29/06/2014

Bloccato il cantiere di Voltaggio. Per infiltrazioni mafiose? 27/06/2014

Bloccati cantieri Lauro. Fuori dalla nostra terra 24/06/2014

A Novi appalti del Terzo Valico agli amici del PD di Muliere 15/05/2014

Ecco il lavoro che porta il Terzo Valico (Speciale della redazione di notavterzovalico.info) 07/05/2014

Appalti Terzo Valico, ancora ditte da brividi 02/04/2014

Condannati gli uomini del Cociv per i reati ambientali nel Mugello 24/03/2014

Scoperto chi lavora nel cantiere di Radimero ad Arquata 25/02/2014

Nuovi intrecci con il malaffare per le ditte del Terzo Valico 18/02/2014

Abbiamo offeso l’onorabilità del Cociv 07/02/2014

Ci mancavano solo le mani della camorra sul Terzo Valico 24/01/2014

Le mani della ‘ndrangheta sul Terzo Valico 22/01/2014

Da Arquata a Tortona: siamo con voi! 02/10/2013

Contro le mafie, contro il Terzo Valico 30/09/2013

Lauro Spa: criminali che si aggirano per Voltaggio 26/09/2013

Arquata Scrivia: un bel posto dove seppellire rifiuti tossici? 09/08/2013

L’impresa delle mega-frodi fornirà il cemento del Terzo Valico 08/08/2013

Ruspe bruciate a Serravalle, puzza di ‘ndrangheta 31/07/2013

Ecco un’altra ditta dei soliti noti 03/06/2013

Un boss a Castelnuovo 23/04/2013

Terzo Valico, ancora ditte impresentabili 19/03/2013

Cosa loro – Sulla firma del “protocollo per la legalità” 21/12/2012

NdrangheTav 14/10/2012

La mafia non esiste! 11/10/2012

C’è da mangiare anche per Lunardi…quello per cui con la mafia bisogna convivere 12/09/2012

Nelle mani dei banditi 10/09/2012

Comune di Novi, ansia da prestazione 20/08/2012

Bpm, arrestato Massimo Ponzellini per i finanziamenti a Corallo 29/05/2012

1991 /2012 – con Ponzellini si aggiunge un ulteriore tassello 30/05/2012

Alessandria – Gli affari della ‘ndrangheta. Non ci siamo capiti! 19/09/2011

Alessandria – Gli affari della ‘ndrangheta 05/09/2011