Mercoledì tutti a Sezzadio in difesa della nostra acqua

La Provincia e i tecnici della Riccoboni hanno deciso di tornare a Sezzadio per fare le tante agognate misurazioni del territorio degli agricoltori per la famosa tangenziale. Se qualcuno pensa e crede che la nostra Valle Bormida accetterà in maniera supina questo sopruso si sbaglia. Se veramente vogliamo difendere il nostro diritto all’esistenza dobbiamo esserci veramente in tanti. Questi non scherzano,vogliono umiliare la Valle Bormida, la sua gente, i suoi agricoltori e tutti quelli che fino ad oggi hanno detto NO alla discarica di Sezzadio in Cascina Borio sopra la falda acquifera. Se non vogliamo essere schiacciati dalla Riccoboni con i suoi rifiuti tossici nocivi e dalla Presidente della Provincia Rita Rossa dobbiamo scendere in tanti uniti e compatti per difendere non solo la nostra falda acquifera ma per difendere la salute dei cittadini e il diritto degli agricoltori a continuare con il proprio lavoro. Io penso che la Valle Bormida ha ancora una possibilità di vincere contro la prepotenza e contro questa politica di merda del PD che ci nega il diritto alla vita la Valle Bormida non si tocca, la falda acquifera è un bene comune per tutta la provincia di Alessandria. Questa lotta non è solo nostra, riguarda migliaia e migliaia di cittadini.

IL 23 NOVEMBRE SONO CHIAMATI A PARTECIPARE A QUESTA GIUSTA BATTAGLIA TUTTI I COMITATI CHE LOTTANO PER L’AMBIENTE E CONTRO IL TERZO VALICO E TUTTI I CITTADINI CHE SONO CONTRO LA DISTRUZIONE DEL NOSTRE RISORSE FONDAMENTALI COME L’ACQUA E QUEL POCO CHE CI E’ RIMASTO DI AGRICOLTURA.

FACCIAMOCI SENTIRE CON TUTTE LE NOSTRE FORZE!

LA VALLE BORMIDA NON SI TOCCA.

NO PASARAN!!!!

CI VEDIAMO TUTTI ALLE ORE 8 IN PIAZZA DELL’ANNUNZIATA

COMITATI DI BASE DELLA VALLE BORMIDA