La Uisp ha revocato l’adesione alla ciclocamminata della Romano

Quando avevamo visto le adesioni alla ciclocamminata organizzata dal Commissario per il Terzo Valico Iolanda Romano una ci era balzata agli occhi, quella della Uisp, Unione Italiana Sport per tutti. Ci era parsa un’adesione strana ed inaspettata, perché alcuni nostri militanti anche iscritti alla Uisp ci avevano segnalato come ritenessero la cosa poco compatibile con la più grande associazione di promozione sportiva italiana. In effetti nel proprio statuto la Uisp scrive al comma 3 dell’articolo 1 – scopi e finalità: “L’UISP sostiene i valori dello sport contro ogni forma di sfruttamento, d’alienazione, contro la pratica del doping; opera per il benessere e la promozione della salute dei cittadini, per la tutela e la sostenibilità ambientale, i valori di dignità umana, di non violenza e solidarietà tra le persone e tra i popoli e coopera con quanti condividono questi principi.” E tutti sanno quanto il Terzo Valico sia incompatibile con la promozione della salute dei cittadini per il noto problema amianto e con la tutela e sostenibilità ambientale a causa delle devastazioni in atto.

Così abbiamo deciso di provare a parlare con i dirigenti della Uisp di Alessandria che con molta cordialità ci hanno informato come già alcuni giorni prima della nostra telefonata il comitato direttivo avesse deciso di revocare l’adesione all’iniziativa del Commissario Iolanda Romano che era stata data un po’ troppo frettolosamente e senza una discussione collettiva. Hanno oltretutto richiesto di veder rimosso il loro nome dalle iniziative di propaganda della ciclocamminata.

Pertanto la nostra cara Commissaria si è persa per strada un pezzo davvero importante e come già avevamo scritto qualche giorno fa le revoche e le prese di posizione sono destinate ad aumentare.

Riprovaci Iolanda, forse la prossima volta ti andrà meglio.

Ci si vede tutte e tutti domenica 1 ottobre alla Benedicta.

Print Friendly, PDF & Email